Primo maggio, ma non per tutti

Primo maggio barista

Il Primo maggio non è stato per tutti un giorno di festa e di celebrazioni. Se è vero che, storicamente, la Festa dei Lavoratori è una festa nazionale, è anche vero che quest’anno ci sono stati un milione e mezzo di persone che invece hanno lavorato regolarmente. Si tratta perlopiù di ristoratori, tenutari e camerieri di piccole e grandi caffetterie e stazioni balneari; un comparto che non conosce sosta e che anzi, proprio nei giorni di festa è doppiamente attivo.

I dati dell’Ufficio Studi della Fipe (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) parlano di 1.293.084 lavoratori di cui 312.335 operativi nei bar, 582.332 nei ristoranti, 18.585 negli stabilimenti balneari al momento in attività e 6.939 nelle discoteche.

Mentre il resto d’Italia festeggia dunque, non dimentichiamo di ringraziare gli operatori che tengono vivo il reparto del turismo che rendono il Belpaese uno dei luoghi più accoglienti del mondo, proprio in virtù della loro competenza e professionalità.

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *

close
Facebook IconTwitter IconGoogle PlusGoogle Plus
close
Facebook IconTwitter IconGoogle PlusGoogle Plus