Dischi 96

Giorgio Gaber Le donne di ora

Giorgio Gaber

LE DONNE DI ORA

Fondazione Gaber/Artist First

L’operazione che ha portato alla pubblicazione di questo disco, porta un nome celebre: quello di Ivano Fossati. Il cantautore ha infatti “ripulito” e messo a nuovo 14 vecchie canzoni di Giorgio Gaber e anche un brano inedito (Le donne di ora) che Fossati stesso ha completato, registrando le parti musicali mancanti. Il risultato è un’antologia dei successi di Giorgio Gaber dagli esordi (Ciao io ti dirò) passando per il teatro-canzone (Il conformista) fino alle ultime fasi della sua carriera (Io non mi sento italiano). La pubblicazione di questo disco fa parte di una serie di iniziative della Fondazione Giorgio Gaber, organizzate assieme al Comune di Milano, per ricordare il cantautore scomparso.


Passio

IL CANTO DELL’ANIMA

RadiciMusic Records

Quintetto femminile a cappella che raccoglie, trascrive e interpreta i canti sacri della tradizione orale italiana. Le cinque cantanti si sono formate al canto tradizionale italiano con Giovanna Marini e attraverso numerosi viaggi di ricerca in Italia hanno costituito un vasto e intenso repertorio. Gli incontri con i cantori e con il loro modo di cantare hanno aperto loro orizzonti sonori davvero unici. Le voci delle cantanti sono abitate da suoni arcaici, a volte melodiosi a volte stridenti, da timbri potenti e vibranti, da parole e racconti che fondano la nostra cultura, il nostro “essere umani”.

 


Max Gazzé

ALCHEMAYA

Universal

Max Gazzé è uno dei cantautori più creativi sulla scena: melodie orecchiabili che si nascondono dietro arrangiamenti raffinati e testi che richiamano da vicino l’opera di Franco Battiato. Per questo disco, Gazzé ha reclutato i 60 musicisti della Bohemian Symphony Orchestra e li ha affiancati al suo storico quartetto (composto da chitarra elettrica, sintetizzatori, basso e batteria), dando alla luce un doppio album che unisce elementi sinfonici ed elettronici. Il primo disco, l’album vero e proprio, contiene 11 brani inediti che narrano la Creazione del mondo fino alle origini dell’umanità, mentre il secondo contiene 16 brani riarrangiati per l’occasione.

Dans le même numéro

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *