Le tre Capitali del Regno d’Italia

Capitali

Prima di Roma, l’Italia unitaria ebbe, tra rivolte e invidie, altri due cuori politici: Torino (dal 1861 al 1865) e Firenze (dal 1865 al 1870).

Per vedere Torino nel suo più bell’aspetto, bisogna vederla in occasione di una di quelle grandi feste nazionali, in cui accorrono qui italiani d’ogni provincia. Il popolo torinese è tutto in giro, e in quei giorni rivive anch’esso in quel bel tempo, che par già tanto lontano”.

Il nostalgico che scrisse queste parole in un libro intitolato Le tre capitali (1897) è Edmondo De Amicis. E il passato “tanto lontano” è quello della nascita dell’Italia unitaria: il tempo in cui, il 18 febbraio 1861, fu convocato per la prima volta il neoeletto parlamento italiano e quello in cui, il 17 marzo dello stesso anno, Vittorio Emanuele II fu proclamato re d’Italia “per grazia di Dio e volontà della nazione”. Sfondo di quegli eventi fu Torino, prima capitale d’Italia.

Gianpaolo Fissore / Focus Storia

Abonnement à RADICI

Dans le même numéro

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *