Una biblioteca per combattere la camorra

Napoli vanta una delle biblioteche più importanti d’Italia, eppure nel quartiere Sanità, uno dei luoghi più a rischio del capoluogo, i libri sono una rarità.

Ma dal mese di ottobre, grazie all’associazione “Adda passà à nuttata” (fondata nel 2010) anche qui ci sarà spazio per la cultura. In un immobile sequestrato alla criminalità, sarà inaugurata una biblioteca pubblica, grazie al contributo dei cittadini partenopei. In tutta Napoli saranno presto attivi i centri di raccolta per la donazione di libri ed il presidente dell’associazione, Davide D’Errico, parla di un traguardo importantissimo: “Prenderci cura di luoghi abbandonati e renderli accessibili a tutti rappresenta una grossa vittoria contro la camorra, la quale schiavizza la cultura”. Il riscatto di un intero quartiere può iniziare anche da un semplice libro.

Giovanni Canzanella

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *