« Colpirne uno per educarne cento »

Colpirne uno

La frase è attribuita a Mao Tse-Tung, dal 1949 presidente della Repubblica popolare cinese, noto per il ricorso alla repressione e ai lavori forzati a “scopo rieducativo”.

Lo stesso slogan fu ripreso dalle Brigate Rosse, che il 3 marzo 1972 fotografarono l’ingegnere Idalgo Macchiarini, dirigente della Sit-Siemens, con un cartello al collo che diceva “Mordi e fuggi. Niente resterà impunito. Colpiscine uno per educarne cento. Tutto il potere al popolo armato!”.

Dans le même numéro

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *