“Non è vero ma ci credo”

Non è vero ma ci credo

La frase è il titolo di una commedia in tre atti scritta da Peppino De Filippo e rappresentata per la prima volta nel 1942. Dall’opera, nel 1952, fu tratto un film con lo stesso titolo. Grazie al successo di commedia e film, la frase è diventata proverbiale.
Il testo teatrale racconta la storia del commendatore Gervasio Savastano, che attribuisce la colpa dei suoi cattivi affari all’influsso malefico di un suo impiegato. Tutto sembra cambiare quando in azienda arriva un nuovo impiegato, Alberto Sammaria, che è gobbo, e i gobbi, secondo la tradizione, portano fortuna…
Come nella commedia, ancora oggi questa frase descrive l’atteggiamento di chi, pur dimostrando una certa cultura, non riesce a liberarsi dalle superstizioni della tradizione popolare.

Dans le même numéro

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *