Nella sua connotazione inglese il “Mentoring for international growth”, è un nuovo percorso di assistenza alle imprese nato da un’azione congiunta tra la rete delle Camere di Commercio in Italia e quelle italiane all’estero. Lo scopo è selezionare i migliori mentor di origine italiana residenti all’estero per sostenere e aiutare lo sviluppo delle imprese italiane, nel nostro caso in Francia.

La scintilla ispiratrice è a Torino e nell’esperienza della Camera di Commercio della capitale piemontese, che con Meet@Torino – una rete che conta oggi numerosi professionisti a livello internazionale, legati al Piemonte per origine, studio o lavoro – ha sviluppato un programma che, nel corso delle prime due edizioni, ha già avuto un notevole successo.
Gli attori di questa interessante iniziativa sono due: il mentor soggetto con più esperienza (un anglicismo che sta per “patrocinatore”), spesso un manager o imprenditore italiano che vive all’estero e che offre volontariamente e gratuitamente sapere e competenze acquisite ad un altro attore con minore esperienza, il mentee appunto, (l’allievo) allo scopo di favorirne la crescita personale e professionale. Il tutto sulla base di un codice etico.
Una sorta di rete internazionale tra gli italiani che vivono e lavorano all’estero, al fine di contribuire alla crescita delle PMI (piccole e medie imprese italiane) attraverso un percorso di apprendimento guidato.

Flavio Apriglianese