L’amica geniale, il celebre romanzo di Elena Ferrante poi diventato serie tv, ha reso Napoli un polo di attrazione turistico come mai prima d’ora. Dall’America, dai paesi scandinavi, dalla Germania, tutti vogliono ammirare i vicoli e i quartieri dove si dipanano le storie di Lila e Lenù. Eduardo Castaldo, street-artist e fotografo di scena della fiction, ha dunque deciso di realizzare un murales dedicato all’opera di Ferrante proprio nel cuore del Rione Luzzatti, dove si svolge l’opera. Il murales è esposto sulla facciata della Biblioteca Popolare (nata 70 anni fa su proposta del professore Agostino Collino) e ritrae le sagome delle due giovani protagoniste insieme al loro maestro Ferraro. Quest’ultimo mostra tra le mani un quadro con l’immagine di Agostino Collino, per non dimenticare chi offrì uno spazio di cultura a chi all’epoca non poteva permetterselo.

Giovanni Canzanella

Plus de publications

Redacteur et webmaster de RADICI