Sanità negata: gli italiani si curano sempre meno

sanità

Pensionati e giovani studenti: sono queste le categorie che, secondo una ricerca Censis-Rbm Assicurazione Salute, rinunciano sempre di più alle cure mediche. Il dato è in controtendenza rispetto alle cifre generali, che vedono la spesa per la sanità aumentare del 3,2% nel 2015 (per un totale di 34 miliardi di euro), ma la crisi economica costringe sempre più spesso le fasce più fragili a rimandare cure e visite di controllo. 2 milioni di anziani e 2,2 di giovani nati tra gli Anni ‘80 ed il 2000 si trovano spesso in ristrettezze economiche, con redditi minimi e spesso senza lavoro. Insomma, più sanità ma solo per chi può permetterselo, basta notare che il 72% dei richiedenti cure hanno scelto la sanità privata a causa dei lunghissimi tempi d’attesa degli ospedali pubblici.

Giovanni Canzanella

Dans le même numéro

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *