Il Maestro Beatrice Venezi, con i suoi 28 anni, è il più giovane direttore d’orchestra donna in Europa con una carriera internazionale di alto livello. Una vera eccellenza del Made in Italy con una missione: dimostrare che l’Opera non è “roba da vecchi”.

Vederla sul podio a dirigere l’orchestra, lei così femminile col suo bel sorriso, l’abito lungo e rosso, i capelli sciolti, è uno spettacolo incredibile e raro. Raro perché Beatrice Venezi, 28enne lucchese cresciuta “a pane e Puccini”, è una vera eccezione: intanto perché è una donna che fa la donna vestita da donna in un mestiere storicamente per soli uomini, e poi perché è il più giovane direttore d’orchestra d’Europa di sesso femminile con una carriera internazionale [lei stessa ci tiene ad utilizzare il termine maschile “direttore”, ndr]. Compositrice e pianista, ha esordito “sul podio” a soli 22 anni, diventando poi nel 2014 direttore principale della storica Nuova Orchestra Scarlatti di Napoli e, ancora, assistant conductor della State Youth Orchestra of Armenia. È stata premiata con importanti riconoscimenti quali, ad esempio, lo “Scala d’Oro” nel 2017 ed è considerata un’eccellenza del Made in Italy per il ruolo di ambasciatrice della musica classica italiana nel mondo e tra le nuove generazioni. Perché il Maestro Venezi ha pure una missione: dimostrare che l’Opera non è “roba da vecchi” ma giovane, popolare e pure rock. Proprio come lei.

Biagio Picardi
Plus de publications

Né à Lagonegro, petite village de la Lucanie, Biagio Picardi se déplace à Milan après le diplôme de Sciences de la Communication et devient journaliste et commentateur sportif en écrivant pour Eurocalcio, Vero, Di Tutto, Extra et Stop. Dans ses 15 ans de carrière, il a été collaborateur avec plusieurs revues (Focus Storia, Donna Moderna, Playboy) et il a ainsi interviewé des personnage de hautes niveau comme Giulio Andreotti et Alda Merini, Marcello Lippi et Giorgio Bocca, Steve McCurry et Pippo Baudo.