Dischi 85-86

Samuele Bersani

La fortuna che abbiamo

Sony Music

Una carriera lunga 25 anni e colma di grandi successi: tutti condensati in questo disco, il primo album dal vivo. Samuele Bersani porta in scena le sue parole, mai banali, e ci porta con lui attraverso le sue melodie, che bene si accompagnano ai testi elaborati. Il disco è anticipato dal singolo La fortuna che abbiamo, un brano dissonante e orecchiabile al tempo stesso, come da sempre nello stile di Bersani. Nel doppio disco sono presenti duetti con numerosi artisti: Luca Carboni, Carmen Consoli, Musica Nuda, Pacifico e molti altri.


vinicio-capossela-canzoni-della-cupacoverVinicio Capossela

Canzoni della cupa

Warner Music

“Bisogna seminare, far crescere le cose e poi fare la mietitura”, parola di Vinicio Capossela. C’è da credergli se è vero che questo disco è in preparazione da 13 anni e il risultato è un vero colossal musicale diviso in due capitoli: Polvere e Ombra. La “Cupa” non è altro che il lato oscuro del Meridione d’Italia: non più il paese del sole, ma un luogo dove la luce stenta ad arrivare e tutto è avvolto nell’ombra. Qui vivono misteriose apparizioni e presenze demoniache, prese direttamente dal repertorio dei canti popolari agricoli, cui Capossela da sempre attinge per le sue musiche. Un disco da ascoltare a ripetizione per poterne saggiare tutte le sfumature.


4792713Stefano Bollani

Napoli trip

Universal music

Da Rio a Napoli, la strada sembra lunga, ma non per il poliedrico Stefano Bollani, ormai leggenda vivente del pianoforte. Se con Carioca, Bollani ci aveva portato nelle strade di Rio, con questo disco ci avventuriamo nei vicoli di Napoli, “una città che emana un’energia sotterranea incredibile”, secondo le stesse parole del pianista. E questa dichiarazione d’amore è evidente nel repertorio scelto per confezionare il disco: molti classici della canzone partenopea (incluso un brano di Pino Daniele) rivisitati secondo il suo stile eccentrico e brioso. Al fianco di Bollani c’è il sassofono di Daniele Sepe, noto jazzman napoletano, e il mandolinista brasiliano Hamilton de Holanda.

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *