E’ stato un anno davvero impegnativo.

Con tanto lavoro a volte faticoso per rispettare i tempi. Un anno condito anche da salti mortali per darvi sempre una rivista capace ogni volta di sorprendervi.
Ma abbiamo avuto tanti di quei momenti belli che ci ripagano di tutti gli sforzi. Come sono belli tutti i momenti in cui un lettore ci dice di andare avanti e ci conferma il suo sostegno abbonandosi e facendo abbonare altri lettori. Abbiamo battuto, anche in quest’anno di crisi economica, il nostro record di vendite, grazie anche alla presenza nelle edicole. Però vogliamo chiudere l’anno pensando soprattutto ai giovani di 50 anni e passa che costituiscono la troupe GRUPPO INCANTO nata sotto l’impulso della nostra rivista.
A loro la nostra ammmirazione per aver ridato vita al nostro passato di emigrati con lo spettacolo « ITALIENS quand les émigrés c’était nous ». E per uscire dall’immaginario che i giornali in guerra tra loro, vogliamo ricordare anche i nostri colleghi di altri giornali italiani in Francia come FOCUS INLA VOCE che con la stessa abnegazione e passione portano avanti i loro progetti. Un ringraziamento speciale a tutti questi italiani e francesi che operano nell’anonimato e che sono al servizio solo della loro passione per l’Italia e la sua cultura. Li trovate nelle Associazioni o nei comitati di gemellaggio. A questi servitori fedeli che non chiedono riconoscimenti e medaglie per la loro azione, paghi solo della fierezza di aver lavorato per portare alta la nostra cultura e la nostra storia, va la nostra gratitudine.
E non vorremmo fermarci mai. E come dimenticare i Presidenti e membri di Associazioni franco italiane, veri pilastri dell’azione culturale italiana in Francia ? Una fine d’anno dunque di riconoscenza per voi tutti e la voglia sempre più grande di credere che il 2013 sarà sempre meglio, e la determinazione da parte nostra di fare di tutto perché sia così.