Davide vince ancora contro Golia. E questa volta prende il nome di un pastore sardo: Ovidio Marras di Tuerredda in provincia di Cagliari.

Ovidio Marras ha 85 anni e fa il pastore. Il corpo scarno, i lineamenti marcati, la pelle indurita dal sole e dal lavoro. L’uniforme è da soldato: camicia a quadri, berretto verde in testa, pantalone pesante di fustagna. Da 82 anni vive qui, prima l’ha fatto con tutta la sua famiglia, poi con il fratello paralitico e adesso solo con i suoi animali e la sorella Giovanna in una minuscola casetta a pochi metri da Tuerredda, spiaggia di Teulada, in Sardegna, considerata dal National Geographic come una delle più belle al mondo. Attorno a lui ci sono ville, alberghi, ma soprattutto cantieri turistici che rischiano di rovinare questo paradiso terrestre tra Capo Malfatano e Capo Spartivento. Tanto bella che ha richiamato non solo l’attenzione dei turisti di tutto il mondo ma anche dei grandi gruppi edilizi, che negli anni hanno cominciato a costruire in ogni dove: cemento su cemento.

Biagio Picardi

Abonnez-vous à RADICI pour lire la suite de l’article

Plus de publications

Né à Lagonegro, petite village de la Lucanie, Biagio Picardi se déplace à Milan après le diplôme de Sciences de la Communication et devient journaliste et commentateur sportif en écrivant pour Eurocalcio, Vero, Di Tutto, Extra et Stop. Dans ses 15 ans de carrière, il a été collaborateur avec plusieurs revues (Focus Storia, Donna Moderna, Playboy) et il a ainsi interviewé des personnage de hautes niveau comme Giulio Andreotti et Alda Merini, Marcello Lippi et Giorgio Bocca, Steve McCurry et Pippo Baudo.