In collaborazione con la rivista L’Espresso

Nell’origine latina delle parole ‘vacanze’ e ‘ozio’ c’è un’intera filosofia: un invito a saper godere del vuoto senza volerlo stipare di attività. Seguendo l’esempio degli antichi romani.

Le vacanze derivano dal latino vacuum, vuoto, ovvero tempo libero da altri impegni. Bisognerebbe ogni tanto ricordare l’origine etimologica della parola per evitare di stipare in pochi giorni tantissime attività che poi rischiano di farci tornare al lavoro ancora più stanchi e stressati di prima.

Mariangela galatea vaglio