Lucca, quinta città della Toscana, è un piccolo e genuino gioiello che, per poterla conoscere, richiede la dote del rallentare. Scoprirla dalle mura della città, o a bordo di una bicicletta o da una delle sue torri medievali, poco importa, i movimenti devono svolgersi con lentezza. È quello che abbiamo fatto anche noi.

A piedi, correndo, in bici o con i pattini: il migliore contatto con la città di Lucca – soprattutto se è la vostra prima volta – è quello che parte dalle mura medievali che circondano il centro. Da un punto di vista storico-architettonico la visione che si ha dalle mura è, del resto, un elemento fondamentale non solo per la città di Lucca, ma per tutta la Toscana.
Nel lontano 1513 fu deciso che Lucca dovesse essere munita di un bastione difensivo in grado di proteggerla dai nemici esterni. Fu così costruito un alto muro di cinta, lungo circa 4,5 chilometri, che abbracciava l’intera città. Nel corso dei secoli il muro è rimasto fedele al suo scopo di difesa, rendendo Lucca pressoché inespugnabile, tanto che persino le maree nel vicino fiume Serchio non riuscivano a penetrare né a superare tale barriera.
Ma i tempi cambiano e i nemici, per fortuna, scompaiono.

JESPER STORGAARD JENSEN