Il ranger solitario ha ormai 70 anni, e non li dimostra affatto. Sarà merito della vita nelle praterie, sempre a cavallo a rincorrere fuorilegge e a sanare i torti subiti da chi non può difendersi, fatto sta che a Tex Willer, il cowboy nato dall’estro creativo di Gianluigi Bonelli e realizzato dal disegnatore Aurelio Galleppini, verrà dedicata un’intera mostra che ha preso il via il 2 ottobre al Museo della Permanente di Milano, organizzato dalla Sergio Bonelli Editore: «TEX – 70 anni di un mito». Tex Willer (la cui figura trae ispirazione da quella di Gary Cooper) fece il suo esordio il 30 settembre 1948 e ancora oggi le sue gesta continuano ad entusiasmare giovani e vecchi lettori. La mostra conterrà disegni autografi, fotografie, materiale raro spesso inedito.

Giovanni Canzanella

Plus de publications

Redacteur et webmaster de RADICI